Apr
23

2015

ILLEGITTIMITÀ DELL’ATTO IN RELAZIONE ALLA SOTTOSCRIZIONE DELLO STESSO



Commissione tributaria provinciale di Milano, Sez. 25, sentenza n. 3222/2015 del 10 aprile 2015,

Presidente: Verniero, Estensore: Ingino

ACCERTAMENTO – SOTTOSCRIZIONE – Art. 42 del d.P.R. 600/1973 – Delega a funzionario –
Appartenenza alla carriera direttiva – Necessità – Sussiste – Nullità dell’atto – Consegue.
L’avviso non sottoscritto dal capo dell’ufficio, appartenente alla «carriera direttiva», ma – per delega – da un funzionario non munito del potere di sottoscrivere gli atti di reggenza, cosi come stabilito dall’art. 20, comma 1, lett. a) e b) del d.P.R. 266/1987, è nullo. L’ufficio deve provare non solo l’esistenza di una delega valida ma anche – e prioritariamente – l’appartenenza del funzionario sottoscrittore alla carriera direttiva (nel caso di specie l’ufficio non aveva dimostrato l’appartenenza alla carriera direttiva del sottoscrittore, cui l’incarico dirigenziale era stato conferito per cooptazione, senza concorso pubblico). (R.DS.)

View Fullscreen